Home Cronache A 92 anni accudisce la moglie in fin di vita: “Lasciateci morire”

A 92 anni accudisce la moglie in fin di vita: “Lasciateci morire”

1 min read
0
anziani

Un calvario doloroso, estenuante, quello di Eros Mischi, un uomo di 92 anni che da cinque vive la sua vita in una stanza del reparto della residenza sociale assistita Golgi Redaelli, dove la moglie è in “cura”. Una cura che, più che chiamarla tale, secondo il 92enne è un disperato atto di accanimento. Quella donna che ha tanto amato è oggi un corpo esile, assente, da lavare, nutrire, curare, rigirare.

In una lettera al Corriere della Sera, Mischi  ha scritto “Ben venga l’eutanasia, che ponga fine per entrambi alle nostre tribolazioni. Per favore, fateci morire!”. Parole dure, ma che vengono da chi non ne può più davvero, di vivere ogni giorno dovendo affrontare il dolore proprio e della persona che si ama.

Eros con la sua pensione provvede a tutto, circa 80 euro al giorno all’interno della struttura. Quarant’anni di lavoro, prima in Pirelli poi ispettore e dirigente al Credito Italiano, il 92enne può permettersi tutto questo, ma è stanco di soffrire e veder soffrire.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Cronache
Comments are closed.

Check Also

Omicidio Ungureanu: Daniel molestava altre bambine. Ecco cosa subiva Maria

“C’ è un terzo indagato nell’inchiesta sull’omicidio di Maria Oana Ungureanu. Si tra…