Home Economia Precompilata 2017: online il modello 730. Le novità

Precompilata 2017: online il modello 730. Le novità

5 min read
0
730

Tassazione agevolata premi di risultato, regime fiscale per i lavoratori impatriati, school bonus, bonus mobili giovani coppie: sono alcune delle novità fiscali che entrano nel modello 730/2017 pubblicato in bozze dall’Agenzia delle Entrate, completo di istruzioni. Il modello per la dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati precompilata sarà a disposizione dal 15 aprile, il contribuente può comunque decidere di compilare il modello in forma cartacea. Per tutti, la data di presentazione è il 7 luglio.

Attenzione: nelle bozze di istruzioni per la compilazione del modello 730 al momento è indicata solo la scadenza del 7 luglio, ma ricordiamo che in base al decreto fiscale (193/2016, articolo 7-quater, comma 46), da quest’anno si può presentare la dichiarazione fino al 23 luglio senza che questo comporti ritardo. La proroga vale anche per i CAF solo se entro il 7 luglio hanno trasmesso almeno l’80% delle dichiarazioni.

PREMI PRODUTTIVITA’ – Tassazione agevolata al 10% per i premi di produttività fino a 2mila euro (oppure 2mila 500 nelle imprese che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro). Tetto di reddito, 50mila euro annui. I premi percepiti sotto forma di welfare aziendale non sono tassati. Ricordiamo che la Legge di Stabilità 2017 incrementa ulteriormente il premio di produttività, ma a valere dall’anno fiscale 2017, quindi la novità riguarderà le dichiarazioni dei redditi 2018.

IMPATRIATI – Questa è una novità introdotta dal decreto internazionalizzazione del 2015 (articolo 16 del decreto legislativo 147/2015), in base al quale i lavoratori altamente qualificati che rientrano in Italia dopo cinque anni trascorsi all’estero (e ci restano per almeno due anni), riducono l’imponibile al 70% del reddito prodotto.

AGEVOLAZIONI FISCALI – Nuova detrazione al 50%, fino a una spesa massima di 16mila euro, per l’acquisto di mobili da parte di giovani coppie (uno dei due deve avere meno di 35 anni), anche conviventi da almeno tre anni, destinati alla prima casa acquistata nel 2016. Detrazione al 19% sui canoni di leasing per la prima casa di contribuenti con reddito fino a 55mila euro: tetto massi,o del canone 8mila euro per gli under 35, e 4mila euro per coloro che hanno più anni. Se nel 2016 è stato pagato il prezzo di riscatto, quest’ultimo non può essere superiore a 20mila euro per chi aveva meno di 35 anni al momento della stipula del contratto, o a 10mila euro per chi ha aveva già compiuto i 35 anni.

Sale a 750 euro l’importo dei premi per le assicurazioni aventi per oggetto il rischio di morte finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave con detrazione al 19%. Deduzione al 20% per erogazioni liberali, donazioni e altri atti a titolo gratuito, complessivamente non superiori a 100mila euro, a favore di trust o fondi speciali che operano nel settore della beneficenza. Detrazione al 65% per le spese di acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto di impianti di riscaldamento e climatizzazione.

CREDITI D’IMPOSTA – School bonus: credito d’imposta del 65% per erogazioni liberali fino a 100mila euro in favore di istituti del sistema nazionale di istruzione, ripartito in tre quote di pari importo.

IVA – Detrazione del 50% dell’IVA pagata nel 2016 per l’acquisto di abitazioni di classe energetica A o B.

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Economia
Comments are closed.

Check Also

Sciatori dispersi ad Avellino: intervento dei vigili del fuoco

 Sono stati trovati dai Vigili del fuoco in una zona impervia dell’altopiano del Lac…